Catalogo

Bassetti Piero

Oltre lo specchio di Alice

Governare l’innovazione nel cambiamento d’epoca

16,50

Acquista il libro: Libri da Asporto | IBS.it | Amazon | Feltrinelli | libreriauniversitaria.it | Mondadori |

Acquista l'ebook: Amazon | Bookrepublic | Giunti al Punto | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore |

ISBN: 9788862507936

In un mondo glocal, dove (quasi) tutto ha il privilegio della mobilità, a cominciare dall’informazione, le categorie progettuali fondamentali, scompaginate, ci obbligano a pensare l’epoca nuova. Ma se il vecchio assetto tramonta, non è forse altrettanto vero che le cose più interessanti, oggi, le facciamo nel reame del «non sapere»?

L’innovazione è una forza politica. Dopo il trionfo dell’algoritmo, dopo il potere ai social, dopo la rivoluzione delle scienze della vita e della fisica quantistica, stringiamo tra le mani un potere orfano di potenza. Ci eravamo abituati a dire: ciò che non funziona non vale. Eppure l’inanità valoriale di ciò che «potentemente» troviamo continua ad alimentare il nichilismo. Come Alice, abbiamo spiccato il balzo oltre lo specchio, per approdare nel paese delle meraviglie. Ma qui la vecchia strumentazione di gestione del potere, le sue usurate redini, non tengono più. A chi vada attribuita la funzione di sostituirle è un interrogativo al quale non ci si può sottrarre. In un mondo trasformato dall’innovazione e dal glocalismo, l’emergere di nuove soggettività e la formazione delle loro volontà politiche interrogano la capacità, da parte delle istituzioni, di trasformarsi conciliando valori e fini: attingendo a mezzi molto diversi da quando furono concepite. Allora l’esercizio provocatorio della ragione non è materia da indovini, ma da classi dirigenti responsabili predisposte alla visione del futuro.

Piero Bassetti (Milano, 1928), ha fondato e attualmente presiede l’associazione Globus et Locus e Fondazione Giannino Bassetti. Formato all’economia tra la Bocconi e la Cornell University, è stato assessore al Comune di Milano dal 1956 e primo presidente di Regione Lombardia dal 1970. Deputato dal 1974, presidente di Ipalmo e membro della Trilateral Commission, negli anni Ottanta e Novanta ha promosso il rinnovamento delle Camere di commercio: come presidente a Milano (1982-1997) e in Unioncamere (1983-1992), poi alla guida dell’Associazione delle camere di commercio italiane all’estero (1993-1999). Da sempre intreccia l’esperienza istituzionale alla riflessione politico intellettuale, a cominciare dalla pubblicazione de Le redini del potere (1959) per proseguire con Occidente scomodo (1978), L’Italia si è rotta? (1996), Milanesi senza Milano (1999) e Svegliamoci Italici! (2015). Intorno al suo archivio personale l’Università Statale di Milano ha promosso un filone di ricerca sfociato nel volume Milano dalla ricostruzione alla globalizzazione. Dalle carte dell’archivio di Piero Bassetti (2011).

Peso 0.25 kg
ISBN

9788862507936

Edizione

Guerini e Associati

Anno

2020

Collana

(IEP)