Catalogo

Dédéyan Gérard

Storia degli armeni

41,00

    ISBN: 9788883352812

    «Un antico paese dal cuore nuovo» era l’Armenia per Pablo Neruda, «Terra delle pietre urlanti» per Osip Mandel’stam, «ponte lanciato tra l’Oriente e l’Occidente» per Giancarlo Bolognesi. Gli Armeni rappresentano, nella loro polimorfa storia, uno dei casi più straordinari per la pluralità di esperienze attraversate. Conosciuti per la loro diffusione a livello di ecumene, fin dai tempi più antichi, in innumerevoli colonie e diaspore, svilupparono regni e principati di notevole durata, arrivando a costruire un sia pur effimero impero e, fenomeno molto raro, un fiorente regno in terra di emigrazione, la Cilicia. Popolo fortemente aggrappato alle lettere, gli Armeni non persero mai il senso viscerale dell’oralità e degli elementi più arcaici e ctonici nel modulare la propria cultura; dotati di un innato senso della mercanzia e del pragma, diedero prova di un’adesione granitica agli ideali di vita che considerarono inalienabili e irrinunciabili; travolti dalla voragine della catastrofe genocidaria, si ricomposero in forme di vita nuove senza rompere con le proprie radici. Un’esperienza di storia cosi multiforme può senza dubbio offrire anche spunti di riflessione e modelli di meditazione per tanti altri popoli. La stesura dei singoli capitoli è stata affidata ai più insigni storici mondiali, esperti dell’argomento.

    Note

    edizione italiana a cura di Antonia Arslan e Boghos Levon Zekiyan

    ISBN

    9788883352812

    Edizione

    Guerini e Associati

    Anno

    2002

    Collana

    (CA)

    Num. Pagine

    597