ADDIO AD ANTONIO PILATI, la mente delle telecomunicazioni dallo spirito sempre giovane

Ci lascia a settantacinque anni Antonio Pilati, filosofo, esperto di telecomunicazioni, commissario AGCOM, componente AGCM e brillante saggista.
Nato a Milano nel 1947, si laurea in filosofia nel 1970 all’Università Statale di Milano e con la sua attività contribuisce da subito al dibattito intellettuale di quegli anni turbolenti. La sua lunga carriera nella comunicazione inizia come analista di mercati in Fininvest, negli anni Ottanta. Da lì molte saranno le conquiste lavorative, tutte esercitate con grandissima serietà e professionalità e senza mai perdere il gusto per lo scambio e la riflessione.
Non si occupò mai direttamente di politica, ma con il suo sguardo lungo e le sue intuizioni perspicaci ha sempre supportato consigli e decisioni all’insegna della modernità.
Autore di alto profilo, con Edizioni Guerini ha pubblicato Rivoluzione digitale e disordine politico, 2016, e La catastrofe delle élite. Potere digitale e crisi della politica in occidente, 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.