Catalogo

Brambilla Alberto

Il consenso a tutti i costi

Quando la politica promette, il cittadino deve sempre chiedere: chi paga?

Con i contributi di NATALE FORLANI e CLAUDIO NEGRO

18,50

Data di uscita: 12/05/2022

Acquista il libro: Libri da Asporto | Amazon | IBS.it | Feltrinelli | Libraccio | Mondadori | libreriauniversitaria.it |

Acquista l'ebook: Amazon | IBS.it | LaFeltrinelli.it | Giunti al Punto | Apple iBookstore | Bookrepublic | Google Play | Kobo Books | MondadoriStore |

ISBN: 9788862508513

«Parlare di poveri, di redistribuire soldi che non ci sono, di tassare di più gli odiati ricchi, porta consensi e plausi, fa fare la figura dei buoni e mantiene alta la simpatia; parlare di doveri fa perdere consenso. Così facendo però si ‘dopa’ il Paese con metadone di Stato, l’Italia diverrà terreno di conquista e i giovani perderanno libertà e democrazia».

Più lo Stato spende in assistenza e più aumentano i poveri, meno tasse e contributi si pagano e più benefici si ottengono dallo Stato. Sono questi, accanto ai molti primati negativi italiani, alcuni dei paradossi del nostro Paese: primi per disoccupazione ed evasione fiscale, primi per lavoratori in nero e NEET, secondi solo alla Grecia, in Europa, per debito pubblico, ultimi per produttività e sviluppo. Sono alcune delle scomode verità che il nostro «sistema», che continua a promettere tutto a tutti, cerca di nascondere per ottenere il consenso e il potere a tutti i costi senza mai chiedersi chi paga.
Eppure, secondo Alberto Brambilla, è una falsificazione storica dire che le giovani generazioni staranno peggio di quelle che le hanno precedute. Come lo è dire che oggi siamo più poveri e diseguali di cinquant’anni fa. Bisogna sfatare i troppi luoghi comuni frutto di una cultura assistenzialista fondata solo sui diritti. Politici, media e Chiesa non parlano mai di doveri, senza i quali però i diritti non si possono esigere e ciò, insieme ai troppi intrecci di interesse tra politica, associazioni datoriali e sindacati, blocca lo sviluppo del nostro Paese.
Uno dei massimi esperti in tema di previdenza sociale conduce un’analisi fuori dagli schemi abituali, ma sempre documentata e puntuale, sullo stato dell’economia italiana e ci invita così a riflettere per la riprogettazione di una società più equa.


ALBERTO BRAMBILLA presiede il Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali. Già presidente del Nucleo di Valutazione della Spesa Previdenziale presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, è stato dal 2001 al 2006 sottosegretario di Stato al Ministero del Welfare con delega alla Previdenza Sociale, partecipando al coordinamento della riforma delle pensioni. Ha inoltre ricoperto l’incarico di consigliere economico alla Presidenza del Consiglio dei ministri dal 2018 al 2020. Autore di Le scomode verità (2020), con Guerini e Associati ha di recente pubblicato Capire i fondi pensione (2021).

Peso 0,25 kg
Edizione

Guerini e Associati

Anno

2022

Collana

(SMA)

Num. Pagine

304

Data di uscita

12/05/2022

Ti potrebbe interessare…