Catalogo

Ihrig Stefan

Giustificare il Genocidio

La Germania, gli Armeni e gli Ebrei da Bismarck a Hitler

A cura di Antonia Arslan
Prefazione all’edizione italiana di Siobhan Nash-Marshall
Traduzione di Camilla Balsamo

33,25

Data di uscita: 28/07/2023

Acquista il libro: Amazon | IBS.it | Feltrinelli | Mondadori | Libraccio | libreriauniversitaria.it |

Acquista l'ebook: Amazon | Apple iBookstore | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore |

ISBN: 9788862508650

Il Metz Yeghérn (il Genocidio Armeno) e la Shoah hanno legami molto profondi. Purtroppo, però, queste connessioni sono spesso ignorate, trascurate o silenziate.
La politica estera di Bismarck e Guglielmo II, volta ad assicurare la grandezza tedesca, scelse di stringere relazioni d’acciaio con l’Impero ottomano, ormai in declino. Gli armeni, alla ricerca dell’indipendenza dal dominio turco, divennero un problema anche per la Germania. Dal 1890 in poi, la Germania si abituò così a giustificare violenze efferate contro gli armeni, accettandole come una necessità politica. Dopo la Prima guerra mondiale, dopo lo sterminio degli armeni, nazionalisti tedeschi e nazisti prima negarono e poi «giustificarono» il Genocidio.
Nessuna storia del Ventesimo secolo dovrebbe ignorare le connessioni profonde, dirette e inquietanti tra Shoah e Metz Yeghérn, con le loro ripercussioni tutt’altro che marginali sull’attualità, spesso insidiosa o tragica.


Le somiglianze ideologiche tra la Germania alla fine degli anni Venti e la Turchia kemalista o l’Italia mussoliniana sono sorprendenti. Scritto in uno stile vivace, equilibrato e ben documentato, questo libro alimenterà il dibattito sulla relazione tra le violenze di massa che hanno segnato il Ventesimo secolo.
— Raymond Kévorkian, Università di Parigi VIII

Un altro eccellente libro di Stefan Ihrig sulla connessione tedesco-turca. La storia del genocidio armeno e la sua ricezione nella Germania del dopoguerra diventano quindi una storia non turca o armena, ma tedesca, sul razzismo e sul percorso intrapreso dalla Germania nei confronti dell’Olocausto.
— Moshe Zimmermann, Università Ebraica di Gerusalemme

Stefan Ihrig ci dona un libro intelligente e di straordinaria originalità, esponendo come il «giustificazionismo» abbia condotto a un pensiero privo di etica nei concetti di «soluzioni finali».
— Rolf Hosfeld, Lepsiushaus Potsdam

Un importante contributo allo studio delle disposizioni tedesche verso il genocidio armeno.
— Yehuda Bauer, Yad Vashem


STEFAN IHRIG è uno storico tedesco. Dirige il Centro di studi germanici ed europei dell’Università di Haifa in Israele. È Co-editor del Journal of Holocaust Research. La sua ricerca si focalizza sulla storia europea e mediorientale. È autore dell’innovativo e importante studio Atatürk in the Nazi Imagination (2014).


RASSEGNA STAMPA

ISBN

9788862508650

Data di uscita

28/07/2023

Anno

2023

Collana

(FDM)

Edizione

Guerini e Associati

Num. Pagine

512